Eugenio Pieraccini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Olii
Clicca sull'immagine per ingrandirla

L'ULTIMA SPOSA

 

Olio su tela C.P.

     

PAESAGGIO A CAPRILIA

Olio su cartone 40x50 1950 C.P. 

 

PAESAGGIO DELL'ALTA VERSILIA

Olio su cartone 37x47 1947 C.P. 

 

MARINO E LA SPOSA IDEALE

Olio su tela 50x60 C.P.

 

MONUMENTO ALL'ARTISTA

Olio su tela anni '70 C.P.

 

OMAGGIO A CHAGALL

Olio su tela C.P. 

 

PAESAGGIO APUANO

Olio su cartone 35x50 anno 1953 D.P. 

 

PAESAGGIO

Olio su tela 40x50 1947 C.P. 

 


Pagina 7 di 17

Critiche

…Qualcuno ha detto semplicemente che Pieraccini è il “ pittore dei pretini “ .Qualche altro ha detto che la sua pittura soggiace troppo spesso ai richiami evidenti col mondo di un Rousseau, di Nino Caffè, di Usellini o di Pippo Rizzo. Tutti, comunque, si sono trovati d’accordo nel riconoscergli una validità…Non mi pare sufficiente definirlo semplicemente il”pittore dei pretini”.I pretini di Pieraccini sono intanto un pretesto per fare della buona pittura; poi sono il richiamo evidente ad un humour di vasto colloquio. E son, forse, anche i più appariscenti motivi del nostro tempo…Pieraccini non calca il segno caricaturale, non lascia mai che sconfini nel grottesco: v’insinua altresì un ritmare di toni allegri, a volte fiabeschi, che danno sapore maturo alla satira. Pittore di qualità e di vita, che cioè vive spiritualmente e materialmente della sua professione d’artista…E l’intensità del suo rapporto col mondo e con gli uomini è rappresentata da quel linguaggio pittorico acceso e scarlatto, che vibra di entusiasmi e di fede...

RAFFAELLO BERTOLI scrittore