Eugenio Pieraccini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Olii
Clicca sull'immagine per ingrandirla

AUTORITRATTO

olio su tela 30x40 1948

 

 

OMBRELLONI SULLA SPIAGGIA

olio su cartone 50x40 1940

 

 

 

BISCA IN CONVENTO

acrilico su cartone 1963

 

 

 

IL MISTERO E LA CURIOSITA’

olio su tela 27x50 1958

 

 

 

LA BOTTEGA DEL MACELLAIO

olio su cartone 25x30 1950

 

 

 

AUTORITRATTO

olio su cartone 1939

 

 

 

L’OMBRELLONE GIALLO

olio su tela 50x70 1958

 

 

 

DANZA DI NUDI

olio su cartone 25x30 1955

 

 

LA DONNA CON LA CUFFIA BIANCA

acrilico su cartoncino 25x35 1960

 

 

 

LA BAMBINA COL GATTO

olio su tela 50x40 1972

 

 

 


Pagina 1 di 17

Critiche

...I quadri di Pieraccini traggono la loro giustificazione innanzitutto da una esigenza narrativa. Una narrativa che, sublimandosi da ogni scoria realistica evade in un suo rarefatto clima favoloso: ogni lavoro vive nella sua anima. E’ in lui quasi un orgasmo di sentimenti che rivibra nelle creature sorte dalla sua pittura, una poesia sorridente e tranquilla nelle figure dei pretini, dolente e tormentosa e pensierosa in quelle degli uomini che lottano per la vita...

 

PIETRO MORANDO pittore