Eugenio Pieraccini

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Pubblicazioni
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Spopsi in Versilia”Copertina del libro <VIRILITA’>DI Luciano Bellabio Editrice Franco Angeli 1991 presentato nella trasmissione di Maurizio Costanzo nello stesso anno.

 

 

 

 

 

Opere pubblicate su CATALOGO NAZIONALE DEI NAIFS N°2 Giulio Bolaffi Editore 1974

 

 

 
 

Il Colonnello acchiappafarfalle” Olio su tela .Opera pubblicata su “ANTOLOGIA DEI NAIFS ITALIANI” a cura di Renzo Margonari.CASALINO EDITORE COMO 1979.

 

Opera Monografica Collana diretta da Renzo Cortina per la galleria d’Arte Cavour Milano 1973

 

 

Il Panettiere” opera pubblicata su “SELEARTE MODERNA 1975”

 

 

Cavalcata Liberatoria” Olio su tela.Copertina del Vinile 33/giri Antologia della Canzone Lombarda Edita dalla DURIUM per Nanni Svampa.

 

 

Comandante a riposo” Olio su tela pubblicato su TOSCANA ARTE 1971

 

 

 

 

 

 

Sposini in Versilia” Serigrafia 50x70 pubblicato su “NAIFS ITALIANI OGGI”1974 Editrice SELETECNICA Milano.

 

 

 

 

 

 

 

Il Contadino innamorato”Olio su tela.Opera pubblicata su “ESTATE NAIF” a Forte dei Marmi Galleria d’Arte Moderna giugno/agosto 1974 . Editrice Passera & Tota.

 

 

 

L’uomo che vende uccelli” Tecnica mista su tela 60x50.Museo Arti Naives “Cesare Zavattini”.Antologia delle Opere del Museo Nazionale “Cesare Zavattini” del Comune di Luzzara.

 

 

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Critiche

...Possiamo senz’altro considerare il lavoro di Pieraccini anche in omaggio ai molti quadri d’ordine fiabesco e fantastico da lui immaginati, superando senza tema il dilemma se si tratti o meno di un pittore naif, ancorché sia-direi certamente- un poeta “ingenuo” , attribuendogli la qualifica di artista “ “insolito” . I dizionari danno al termine “ insolito” i sinonimi di strano, bizzarro, singolare, straordinario. La lingua italiana consente però di percepire sottili differenze tra questi aggettivi e a me pare di poterli pronunciare tutti a proposito dei quadri di Pieraccini, senza ripetere lo stesso concetto, così come sono le sue immagini sempre diverse e sempre uguali a sé stesse : strane,  bizzarre, singolari,straordinarie...

RENZO MARGONARI critico